Notizie dal mondo

Sindacati: Cavallaro (CISAL) in piazza contro la legge di stabilità

  • dimensione font riduci dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font aumenta la dimensione del font
  • Stampa
  • Email
  • Ottieni il PDF dalla pagina webPDF

Roma, 18 novembre 2014 – “Siamo riuniti qui in piazza Montecitorio per esprimere il nostro dissenso nei confronti della legge Finanziaria attraverso un sit in con i dirigenti sindacali e gli iscritti.” E’ quanto ha dichiarato Francesco Cavallaro, Segretario Generale della CISAL, in occasione della manifestazione nazionale indetta ieri dalla Confederazione per protestare, a neppure 24 ore dall’ennesima doccia gelata sul fronte del pubblico impiego, contro la politica del Governo. “Della manovra in generale – ha precisato Cavallaro – non condivido più di un aspetto.

In particolare, insisto sulla necessità di mettere mano alla Riforma del Fisco. Senza di essa, tutti gli altri provvedimenti si rivelano inutili, come abbiamo sperimentato ad esempio con la “riforma Fornero” sulle pensioni, che produrrà una fascia di cittadini sempre più poveri”. “L’approccio corretto del Governo alle problematiche economiche e sociali – ha continuato il Segretario – consiste nel programmare lo sblocco dei contratti e nel dare finalmente vita a un confronto serio con il sindacato per discutere costruttivamente su Fisco, pensioni, pubblico impiego e disoccupazione”. “In particolare, valuto negativamente la posizione assunta dal Governo nei confronti dei lavoratori della Pubblica Amministrazione. – ha concluso Cavallaro -. Senza le risorse necessarie per sbloccare i contratti fermi dal 2009, mi chiedo di che cosa si possa voler discutere. Del resto, se Renzi ha elargito 80 euro in busta paga ai dipendenti pubblici, significa che qualche problema c’è”.

Ufficio Stampa CISAL: Tel. 06 3211627


Cerca