Notizie dal mondo

Poste Italiane: Failp CISAL ottimista, ma con prudenza, sul nuovo piano industriale

  • dimensione font riduci dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font aumenta la dimensione del font
  • Stampa
  • Email
  • Ottieni il PDF dalla pagina webPDF

Roma, 19 dicembre 2014 - “La Failp CISAL - Federazione Autonoma Italiana Lavoratori Postelegrafonici - esprime un cauto ottimismo sul nuovo piano industriale quinquennale presentato alle OO.SS. dall’Amministratore Delegato del Gruppo Poste Italiane, Ing. Francesco Caio

Grazie anche al previsto investimento di 3 miliardi di euro in nuove tecnologie, il piano Poste 2020rappresenta la possibilità di un cambiamento di strategia e una solida base per riconfigurare il futuro dell’Azienda”. Lo ha dichiarato Walter De Candiziis, Segretario Generale della Failp CISAL, precisando che “si tratta ora di affrontare un graduale riposizionamento imprenditoriale verso un modello innovativo gestito con una governance che guardi con attenzione alle esigenze del personale, dei servizi, del territorio e dei clienti”. “Il Piano, spiega De Candiziis, che punta a fare crescere Poste Italiane nei segmenti della Logistica e dell’E-Commerce, fornisce pochi dettagli relativi al Personale e contiene riferimenti generici agli investimenti nei settori della formazione, della sicurezza e della frequenza del recapito. Inoltre, non viene affrontato il tema della semplificazione organizzativa all’interno di Poste Italiane, necessaria per superare le sovrapposizioni inutili, ripetitive e costose che gravano sul processo produttivo”. “In merito alla sostenibilità del Servizio Universale, aggiunge il Segretario, riteniamo singolare ed ingiustificabile il provvedimento Governativo che a fronte di un costo reale del servizio pari ad oltre 1 Mlddi euro, ristorna 1/3 del costo, pari a 262 Milioni”. La Failp CISAL, per quanto sopra esposto, in attesa di conoscere i dettagli organizzativi e le implicazioni concrete di Poste 2020, si appresta a dare un contributo incisivo e propositivo in occasione del confronto che si aprirà con il Gruppo a partire dal prossimo mese di gennaio.

Ufficio Stampa CISAL: Tel. 06 3211627


Cerca