Notizie dal mondo

Con la quota 100, finalmente un’ipotesi ragionevole di pensionamento che non penalizza ulteriormente gli italiani 

 

Pubblicato in Comunicati stampa

 

Previsti interventi tampone, di vago sapore elettoralistico, che non restituiscono ai Lavoratori la necessaria fiducia in un sistema che invece deve essere rivisto alla radice.

 

Roma, 30 settembre 2016 – “Il fatto che si tratti di un verbale e non di un protocollo è già di per sé significativo. In pratica, un lungo elenco di se, di ma, di forse, di verifiche da fare, conti da aggiustare, figure professionali da definire. Come dire: le certezze possono attendere!”

Pubblicato in Notizie home

L’approccio errato del Governo ai problemi previdenziali, nelle proposte più recenti sulla flessibilità, carica i pensionati di una doppia penalizzazione. Addirittura tripla per quelli già vittime del calcolo contributivo.

 

Roma, 9 giugno 2016 – “L’ipotesi prospettata dal Governo - se vuoi accedere anticipatamente alla pensione, devi pagare - non presenta solo caratteristiche di indebitamento forzoso, ma sembra assumere anche una vaga connotazione di ricatto”. E’ quanto afferma Francesco Cavallaro, Segretario Generale CISAL, in merito alla proposta di flessibilità in uscita in deroga alle norme della legge Monti/Fornero oggi in discussione.   

Pubblicato in Comunicati stampa

Il dibattito in tema previdenziale richiede un approccio strutturale, frutto del confronto tra il Governo e le Parti sociali. Potrebbero invece risultare inadeguati i singoli interventi su elementi quali flessibilità in uscita, esodati, ricongiunzioni, lavoratori precoci e attività usuranti.

Roma, 16 febbraio 2016 – “E’ ora che il Governo affronti in modo organico e concertato con le Parti sociali i mille problemi che affliggono il sistema previdenziale e che contribuiscono a deprimere l’economia del Paese. Al di là delle pretese della Commissione europea e degli “illuminati” pareri degli economisti nostrani su singoli aspetti della materia, è l’intero sistema previdenziale a rappresentare una fonte di incertezza e di confusione”. E’ quanto afferma Francesco Cavallaro, Segretario Generale CISAL, ribadendo che è necessario confrontarsi sull’intera materia, anziché proseguire con interventi tampone.

 

 

 

Pubblicato in Comunicati stampa

Nel raccomandare all’Italia la piena attuazione delle riforme pensionistiche adottate in passato, la Commissione europea scarica sul nostro sistema previdenziale la responsabilità della salvaguardia dei conti pubblici nel lungo periodo. Ancora una volta, sarebbero i lavoratori a fare le spese della sterile contrapposizione tra Commissione europea e Governo italiano. 

Roma 27 gennaio 2016 – “Si tratta per la nostra economia di una bomba a orologeria, dall’entità per molti ancora incerta, i cui effetti devastanti si sommeranno presto al blocco dei contratti pubblici e del turn over, ai tagli alla Sanità, alla Scuola, ai Trasporti”. E’ quanto dichiara Francesco Cavallaro, Segretario Generale CISAL, in merito all’ultimo rapporto sulla sostenibilità delle finanze pubbliche redatto dalla Commissione europea e improntato alla difesa delle misure che hanno alleggerito in modo drammatico il trattamento previdenziale di tanti italiani.

Pubblicato in Comunicati stampa

Roma, 11 settembre 2015 – Parlare oggi di flessibilità a costo zero è solo l’ennesima dichiarazione di resa di uno stato che si vede sottrarre miliardi dall'evasione fiscale e che, incapace di contrastarla, scarica sui lavoratori e sui pensionati il prezzo della propria inefficienza.

Pubblicato in Notizie home

Roma, 1 luglio 2013 - “La recente sentenza del Tar Lazio, ha ribaltato la riforma Fornero nella parte in cui negava il prolungamento a domanda fino a 66 anni del rapporto di lavoro ai dipendenti pubblici che, secondo la previgente normativa, avevano maturato il diritto alla pensione di anzianità, annullando la circolare n. 2/2012 del Dipartimento della Funzione Pubblica.

Pubblicato in Comunicati stampa
Pagina 1 di 2

Cerca