Notizie dal mondo

I contratti CISAL sono legittimi

Martedì, 03 Luglio 2018 00:00

(Italia Oggi, 3 luglio 2018)

L’Ente Bilaterale Confederale ENBIC, punto di riferimento della contrattazione in essere tra le Organizzazioni della Cisal e le Associazioni datoriali Anpit, Cidec, Cepi, Confimprenditori, Pmi Italia, Uai e Unica vuole rassicurare le aziende che applicano i contratti dei settori commercio, servizi ausiliari, turismo e pubblici esercizi -raggruppati impropriamente nel calderone del cosiddetto terziario - che nulla è cambiato a livello normativo.

Le dichiarazioni rese lo scorso 26 giugno dal sottosegretario al Ministero del lavoro, Claudio Durigon, spazzano via ogni dubbio sull’allarme determinato da alcuni discutibili passaggi della nota dell’INL del 20 giugno scorso che già erano in parte presenti nella circolare dell’Ispettorato nazionale del lavoro n. 3/2018.

Pubblicato in Comunicati stampa

(Italia Oggi, 26 giugno 2018)

A meno di un mese dall’insediamento del Governo Conte, chiediamo al Segretario Generale della CISAL, Francesco Cavallaro, una prima valutazione sulle iniziative che il nuovo esecutivo si accingerebbe ad assumere in tema fiscale, previdenziale e di politiche del Lavoro, priorità da sempre sostenute dalla CISAL per restituire al Paese benessere ed equità sociale.

Pubblicato in Comunicati stampa

Gravissimi e ingiustificabili i danni causati dall’INL, che la CISAL denuncia da anni

Roma, 21 giugno 2018 – “L’Ispettorato Nazionale del Lavoro è ente non solo inutile, ma estremamente dannoso. Dannoso in termini di minore tutela dei lavoratori dal punto di vista previdenziale, normativo e di sicurezza sul posto di lavoro, e in termini di minori entrate per lo Stato. Mantenerlo in vita significa alimentare un carrozzone che non si capisce a chi e a cosa serva”.

Pubblicato in Comunicati stampa

(Italia Oggi, 29 maggio 2018)

Da Genova a Padova, da Siracusa a Monfalcone, da Taranto a Potenza, gli incidenti mortali sul lavoro già segnano per l’Italia 2018 un record negativo rispetto agli anni passati. A corollario di un numero di tragedie in continuo aumento, il dolore delle famiglie, il clamore dei media, l’allarme dei lavoratori e delle loro rappresentanze sindacali, i ricorrenti appelli alle istituzioni preposte a garantire la salute in generale e la sicurezza nei luoghi di lavoro in particolare.

 

Pubblicato in Comunicati stampa

Cerca