Notizie dal mondo

(Italia Oggi, 27 novembre 2018)

Le problematiche del settore TPL e Mobilità si moltiplicano e si aggravano di giorno in giorno, alimentate da processi di liberalizzazione sempre più spinti. Nuove regole di mercato, nuove dinamiche imprenditoriali e nuovi modelli organizzativi sono espressione del riflesso sul Paese dei recenti, repentini cambiamenti dello scenario socio-economico globale. Con Mauro Mongelli, eletto lo scorso ottobre Segretario Generale della FAISA-CISAL dal XIII Congresso nazionale della federazione autonoma degli autoferrotranvieri, approfondiamo le tematiche che impongono a istituzioni e parti sociali una seria riflessione e una ancora più seria azione a tutela dello sviluppo e dell’occupazione. 

 

Pubblicato in Notizie home

Roma, 18 novembre 2014 – “Siamo riuniti qui in piazza Montecitorio per esprimere il nostro dissenso nei confronti della legge Finanziaria attraverso un sit in con i dirigenti sindacali e gli iscritti.” E’ quanto ha dichiarato Francesco Cavallaro, Segretario Generale della CISAL, in occasione della manifestazione nazionale indetta ieri dalla Confederazione per protestare, a neppure 24 ore dall’ennesima doccia gelata sul fronte del pubblico impiego, contro la politica del Governo. “Della manovra in generale – ha precisato Cavallaro – non condivido più di un aspetto.

Pubblicato in Comunicati stampa

Roma, 17 novembre 2014 –  La CISAL scende in piazza, domani alle 15, davanti a Palazzo Montecitorio, per la manifestazione nazionale indetta contro l’attuale politica economica e sociale del Governo. “Non possiamo più permetterci di perdere tempo.

Pubblicato in Comunicati stampa

Roma, 11 novembre 2014 –  “Non possiamo più permetterci di perdere tempo. Questo Governo, come i precedenti, ha fallito ogni obiettivo di politica economica e sociale, adottando misure del tutto inefficaci dal punto di vista pratico e trascurando riforme prioritarie per il Paese”. E’ l’amaro bilancio espresso dal Segretario Generale della CISAL, Francesco Cavallaro, a 9 mesi dall’insediamento del Governo Renzi.

Pubblicato in Comunicati stampa

Il Governo Renzi discrimina la CISAL

Lunedì, 06 Ottobre 2014 22:00

 Roma, 07 ottobre 2014 – "Escludendo la CISAL dal confronto di questa mattina tra il Governo e i vertici sindacali, il Governo Renzi ha attuato una grave forma di discriminazione nei confronti della Confederazione storica dell’autonomia sindacale, presente nel mondo del lavoro dal 1957."

Pubblicato in Comunicati stampa

Roma,  29  agosto  2014 - “Attendiamo di prendere visione dei documenti prodotti nella riunione odierna del Consiglio dei Ministri, ma dalla lettura dell’ordine del giorno sul sito della Presidenza del Consiglio, non sembra che vi siano elementi significativi di risposta ai drammatici dati sulla recessione che sta colpendo pesantemente il Paese."

Pubblicato in Comunicati stampa

Roma, 18 marzo 2014 - “La Cancelliera Merkel si è detta impressionata dal  programma del Presidente Renzi. Cosa significhi è tutto da scoprire. Intanto, più che impressionati gli Italiani sono confusi. Non si era partiti, infatti, dalla  necessità di allentare la morsa dei vincoli europei sul deficit per fare investimenti produttivi e rilanciare occupazione e crescita? Si è cambiata idea e si è diventati d’un tratto paladini dell’ossessivo rispetto di quei vincoli? "

Pubblicato in Comunicati stampa

Roma, 13 marzo 2014 - “Attendiamo i provvedimenti formali relativi agli annunci del Premier, ma almeno sulle intenzioni pare che vi sia una prima, sebbene parziale, rispondenza alle nostre richieste di intervento sul cuneo fiscale, per restituire un minimo di potere di acquisto alle retribuzioni più basse."

Pubblicato in Comunicati stampa

Roma, 28 febbraio 2014 - “I dati sulla disoccupazione resi noti dall'ISTAT evidenziano l'ulteriore record negativo del nostro Paese, cui si accompagna il calo dei consumi, anche alimentari, mentre in Germania cala la disoccupazione e crescono i consumi interni a fronte del rallentamento delle esportazioni".

Pubblicato in Comunicati stampa

Roma, 08 ottobre 2013 - “Se non si introduce nel sistema la contrapposizione di interessi per consentire al cittadino/contribuente di fruire della deducibilità parziale o totale dal reddito delle spese effettuate, si continuerà ad andare avanti con provvedimenti tampone senza alcun effetto pratico sul rilancio dei consumi e dell’economia."

Pubblicato in Comunicati stampa
Pagina 1 di 2

Cerca