Notizie dal mondo

Inutile e pretestuosa la protesta dei marittimi italiani organizzata per domani a Roma da alcuni sindacati. Contro i nuovi percorsi formativi introdotti dal MIT con valenza retroattiva, la Federmar CISAL minaccia il ricorso al giudice amministrativo ed eventualmente alla Commissione europea

Roma, 16 marzo 2017 – “La manifestazione di protesta annunciata per domani da alcune sigle sindacali, frutto di logiche ben lontane dalla difesa dei diritti dei marittimi, nella migliore delle ipotesi si tradurrà nell’ennesima gita a Roma “tutto incluso” priva di effetti concreti sul piano della tutela dei diritti dei lavoratori del mare”.

E’ quanto dichiara il Comandante Alessandro Pico, Segretario Nazionale di Federmar CISAL, sul presidio organizzato per la categoria davanti al MIT dalle confederazioni sindacali non autonome. 

Pubblicato in Comunicati stampa

 

L’Eni si impegna con i sindacati a investire su Chimica di base e Chimica verde, rinviando a ottobre la definizione del piano industriale 2017-2020.

 

Roma, 15 settembre 2016 – “L’ENI, complice l’utile positivo conseguito dalla partecipata Versalis nel primo semestre 2016, ha finalmente riconosciuto il valore strategico della Chimica italiana e ha rassicurato la FIALC CISAL in merito al piano industriale 2017-2020”. 

Pubblicato in Comunicati stampa

Roma, 1 settembre 2016La CISAL, con l’obiettivo di esprimere la massima solidarietà e vicinanza alle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto scorso, ha deciso di avviare una raccolta fondi aprendo un conto corrente bancario dedicato in esclusiva a tale scopo. 

Pubblicato in Comunicati stampa

 

Roma, 19 maggio 2016Riavviato ieri il confronto tra CISAL, Confindustria e Utilitalia per il rinnovo del contratto del settore Gas-Acqua, che interessa circa 600 aziende e 50.000 lavoratori. La CISAL, presente al tavolo con la delegazione nazionale della CISAL FEDERENERGIA, ha riaffermato la necessità di addivenire quanto prima al rinnovo.

Pubblicato in Notizie federazioni

Un errore la dismissione, da parte dello Stato, della controllata Versalis. Se Eni vuole abbandonare la Chimica, spetta al Governo garantire direttamente, magari attraverso la Cassa Depositi e Prestiti, investimenti, bonifiche e diritti dei lavoratori.

Roma, 27 aprile 2016 - "Lo Stato deve assumersi la responsabilità politica delle gravi conseguenze legate all'eventuale cessione di Versalis a Sk Capital. Se la trattativa con Eni andasse a buon fine, si aprirebbero scenari preoccupanti sul fronte del mantenimento del piano industriale già redatto, delle bonifiche dei siti inquinati e del futuro dei lavoratori dell'Azienda e dell'indotto". 

Pubblicato in Comunicati stampa

Alla riduzione del numero dei comparti non è seguito l’auspicato rinnovo dei contratti. Inutile e tardiva, in tal senso, la levata di scudi di CGIL, CISL e UIL, funzionali al Governo nella riconfigurazione della PA.

Roma, 13 aprile 2016 – “Le organizzazioni sindacali non autonome, che il 5 aprile scorso hanno sottoscritto la riduzione dei comparti del Pubblico Impiego da 11 a 4, si sono rese complici di un nuovo tentativo del Governo di eliminare ogni forma di confronto e di dissenso espressi dalle parti sociali. Ed è proprio la tutela dei diritti dei lavoratori a essere sacrificata sull’altare del presunto snellimento della PA, non condiviso dalla CISAL per le modalità gravemente antidemocratiche della procedura proposta 

Pubblicato in Comunicati stampa

Il dibattito in tema previdenziale richiede un approccio strutturale, frutto del confronto tra il Governo e le Parti sociali. Potrebbero invece risultare inadeguati i singoli interventi su elementi quali flessibilità in uscita, esodati, ricongiunzioni, lavoratori precoci e attività usuranti.

Roma, 16 febbraio 2016 – “E’ ora che il Governo affronti in modo organico e concertato con le Parti sociali i mille problemi che affliggono il sistema previdenziale e che contribuiscono a deprimere l’economia del Paese. Al di là delle pretese della Commissione europea e degli “illuminati” pareri degli economisti nostrani su singoli aspetti della materia, è l’intero sistema previdenziale a rappresentare una fonte di incertezza e di confusione”. E’ quanto afferma Francesco Cavallaro, Segretario Generale CISAL, ribadendo che è necessario confrontarsi sull’intera materia, anziché proseguire con interventi tampone.

 

 

 

Pubblicato in Comunicati stampa

 

Roma, 4 dicembre 2015 - È stata approvata ieri all'unanimità la mozione conclusiva del Consiglio nazionale FAISA-CISAL, con cui la Federazione ha deliberato lo scioglimento della riserva sul rinnovo del Contratto Nazionale Autoferrotranvieri sottoscritto il 28 novembre scorso, unitamente a FILT CIGL, FIT CISL, UILTRASPORTI e UGL Trasporti.

La decisione del Consiglio - riunitosi a Fiuggi in una due giorni di lavori allargata ai Segretari Regionali e Provinciali dell'Organizzazione - è giunta al termine di un animato confronto scaturito dalla Relazione introduttiva con cui la Segreteria nazionale ha descritto con doveroso realismo, ma valorizzando gli avanzamenti registrati nel corso della negoziazione rispetto alle prime proposte datoriali, l’ipotesi di rinnovo.

Pubblicato in Evidenza
Pagina 1 di 17

Cerca