Notizie dal mondo

(Italia Oggi, 26 giugno 2018)

A meno di un mese dall’insediamento del Governo Conte, chiediamo al Segretario Generale della CISAL, Francesco Cavallaro, una prima valutazione sulle iniziative che il nuovo esecutivo si accingerebbe ad assumere in tema fiscale, previdenziale e di politiche del Lavoro, priorità da sempre sostenute dalla CISAL per restituire al Paese benessere ed equità sociale.

Gravissimi e ingiustificabili i danni causati dall’INL, che la CISAL denuncia da anni

Roma, 21 giugno 2018 – “L’Ispettorato Nazionale del Lavoro è ente non solo inutile, ma estremamente dannoso. Dannoso in termini di minore tutela dei lavoratori dal punto di vista previdenziale, normativo e di sicurezza sul posto di lavoro, e in termini di minori entrate per lo Stato. Mantenerlo in vita significa alimentare un carrozzone che non si capisce a chi e a cosa serva”.

Roma, 11 giugno 2018 – Più servizi agli associati, il monitoraggio costante delle loro esigenze e la formulazione di una gamma di vantaggi “su misura” che li aiuti ad affrontare con maggior serenità le sfide della vita quotidiana. E’ il contenuto della collaborazione maturata tra Francesco Cavallaro, Segretario Generale della CISAL, e Lord Tom Sawyer, leader della UIS – Union Insurance Services, e formalizzata attraverso il coinvolgimento di CISAL Servizi, il braccio operativo della Confederazione sul fronte delle agevolazioni per gli iscritti.

Roma, 8 giugno 2018 – “In un momento di profonda incertezza economica e sociale come quello attuale, l’unico caposaldo che ci garantisce interventi appropriati ed efficaci anche sui fronti più caldi del settore Trasporti è la consapevolezza di agire nel solo interesse dei Lavoratori. Questo l’elemento distintivo della FAISA CISAL e la chiave di lettura con cui affrontare i cambiamenti che stanno interessando il Paese in generale e il nostro ambito in particolare”.

La Confederazione, parte del neonato organismo consultivo del Mit, contribuirà alla definizione delle politiche infrastrutturali del Paese

 

(Italia Oggi, 29 maggio 2018)

Da Genova a Padova, da Siracusa a Monfalcone, da Taranto a Potenza, gli incidenti mortali sul lavoro già segnano per l’Italia 2018 un record negativo rispetto agli anni passati. A corollario di un numero di tragedie in continuo aumento, il dolore delle famiglie, il clamore dei media, l’allarme dei lavoratori e delle loro rappresentanze sindacali, i ricorrenti appelli alle istituzioni preposte a garantire la salute in generale e la sicurezza nei luoghi di lavoro in particolare.

 

Quattro componenti del Cda chiedono al Ministero del Lavoro di esercitare l’attività di vigilanza per garantire l’indipendenza dell’organo e il prestigio dell’Ente

Roma, 3 maggio 2018 - Luca Gaburro, Alfonsino Mei, Davide Ricci e Gianni Guido Triolo, membri del Cda Enasarco in rappresentanza di Confesercenti, Anasf e Federagenti CISAL, stigmatizzano quanto recentemente dichiarato dal presidente Costa in merito all’uso strumentale che alcuni consiglieri e delegati farebbero della propria posizione all’interno del consiglio d’amministrazione e dell’assemblea, e fanno appello alla funzione di vigilanza del Ministero del Lavoro per il rispetto dell’autonomia e delle finalità dell’Ente.

“La CISAL, conferma Francesco Cavallaro, Segretario Generale della Confederazione, si schiera a fianco dei membri del Cda e dell’assemblea dei delegati Enasarco, affinché sia garantito a tutti i componenti degli organi della Fondazione il pieno diritto di manifestare le proprie opinioni nell’interesse dell’efficienza gestionale dell’Ente, frutto di una partecipazione libera ed attiva che deve mantenersi scevra da ogni tipo di condizionamento o pressione”.

L’alleanza tra la Confederazione e il sindacato unitario dei giornalisti continuerà forte e convinta a tutela dei diritti e della dignità dei lavoratori

Roma, 2 maggio 2018 – “La CISAL riconosce nella FNSI un alleato importante nella lotta contro la disoccupazione e il precariato, che privano di libertà e autonomia il lavoratore.  Principio che vale anche e soprattutto per il settore dell’informazione, impegnato a gestire mutamenti ed evoluzioni legati all’avvento delle nuove tecnologie, spesso strumentalmente invocate per giustificare ambigue forme di lavoro”. È quanto dichiara Francesco Cavallaro, Segretario Generale della CISAL e Consigliere Nazionale della FNSI, all’indomani del confronto sull’occupazione organizzato dal sindacato unitario dei giornalisti italiani a Reggio Calabria in occasione della giornata del primo maggio.

(Italia Oggi, 1 maggio 2018)

Ancora una volta la CISAL sceglie di celebrare il primo maggio in una città del Mezzogiorno, triste emblema di disoccupazione, sfruttamento e scarsa sicurezza sul Lavoro in un’Italia che nel complesso fatica a riprendersi dalla crisi. Da Reggio Calabria la Confederazione offre il proprio contributo al confronto sull’occupazione indetto dalla Federazione Nazionale Stampa Italiana, di cui il Segretario Cavallaro è Consigliere Nazionale. Obiettivo, trovare soluzioni concrete e condivise che restituiscano al Lavoro il ruolo primario a esso riservato dalla Costituzione.  

Il Segretario Cavallaro sceglie il cuore del Mezzogiorno per celebrare la Festa del Lavoro e offre il contributo della Confederazione al confronto sull’occupazione targato FNSI

Pagina 1 di 19

Cerca