Notizie dal mondo

Necessario cambio di rotta, la CISAL non si accontenta di eccezioni a norme non eque

Il Sole 24 Ore, 8 novembre 2017 - Il Segretario Cavallaro spiega le radici e il futuro della Confederazione

Lo scorso 24 ottobre, la CISAL raccolta a Rimini per il Consiglio nazionale ha celebrato il sessantesimo compleanno. Affrontiamo con il Segretario Generale Francesco Cavallaro le motivazioni alla base di una scelta di libertà e indipendenza, a difesa dell’interesse esclusivo dei lavoratori, che rivela una propria ragion d’essere sempre più attuale: quella dell’autonomia del sindacato dalla politica. 

Con le elezioni alle porte la politica rischia di dimenticare i problemi reali del Paese. E dopo la delusione della legge di bilancio, povera di soluzioni concrete, la prima Confederazione sindacale autonoma, sempre più forte sul territorio, trasparente e coesa, promette battaglia su Previdenza, Fisco e Occupazione.

Rimini, 23 ottobre 2017 – “Non scontro ideologico, ma ruolo paritario tra lavoro e capitale nel pieno rispetto della dignità umana e professionale dei lavoratori”. La Cisal festeggia il suo 60° compleanno rinnovando la sua scelta di “libertà e indipendenza al fianco dei lavoratori grazie all’autonomia del sindacato dalla politica”. Il Segretario Generale Francesco Cavallaro riassume, così, la linea da cui trae forza e credibilità la Confederazione Italiana Sindacati Autonomi Lavoratori che da oggi, lunedì 23 ottobre, a mercoledì prossimo, all’Hotel Savoia di Rimini, riunisce il proprio Consiglio Nazionale per approvare il bilancio ed elaborare le strategie del futuro: dalla riforma della legge Fornero, che continua a manifestare i suoi devastanti effetti creando squilibri inaccettabili, alla grave piaga della disoccupazione giovanile; dalla riforma del pubblico impiego all’esigenza di una vera riforma del fisco senza la quale ogni altra riforma finisce per essere inefficace. Dalla crisi finanziaria, infatti, saremmo già potuti uscire, ma il debito pubblico, che anche quest’anno rischia di aumentare, rappresenta la vera palla al piede di un Paese incapace di drenare gli oltre 120 miliardi di evasione fiscale con una vera e radicale riforma. 

Martedì 24 ottobre la CISAL celebra il suo sessantesimo anniversario e lo festeggerà riunendo a Rimini, da lunedì 23 a mercoledì 25, il Consiglio nazionale. Intervista al Segretario Generale Francesco Cavallaro.

 

Spiegare il funzionamento del sistema pensionistico, denunciare le ragioni della crisi dell’INPS e proporre soluzioni correttive sono gli obiettivi di www.fakeinps.it, il nuovo blog creato dal Prof. Lucio Casalino, Consigliere nazionale della Confederazione, ex dirigente INPS e professore a contratto presso l’Università Federico II di Napoli. 

 

Da qualche settimana l’aumento tendenziale del PIL registrato dall’ISTAT per il secondo semestre del 2017 induce nell’opinione pubblica un cauto ottimismo. Alla crescita del prodotto interno lordo, tuttavia, non corrisponde una significativa crescita dell’occupazione che, seppure in aumento quanto a numero di occupati, riguarda gli over 50, peraltro con contratti prevalentemente a tempo determinato. Francesco Cavallaro, Segretario Generale della CISAL, esprime la posizione dello storico sindacato autonomo in merito a questa anomalia dai contorni inquietanti.

La precarietà del lavoro e la rigidità dell’accesso al credito raffreddano gli entusiasmi per un PIL in crescita. Necessari nella prossima Legge di Stabilità investimenti mirati che rendano più competitivi uomini e aziende.

In data 29 agosto 2017, la presidenza del Consiglio dei Ministri, in vista del rinnovo dei componenti del Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro per il quinquennio 2017-2022, ha designato la CISAL, nella persona dello scrivente Francesco Cavallaro, tra i membri del CNEL. 

La CISAL risulta così inserita nel novero delle Confederazioni rappresentative e aventi diritto di avanzare le proprie proposte attraverso il CNEL. Scelta frutto di un attento processo di valutazione del grado di rappresentatività di tutte le organizzazioni sindacali e delle associazioni di categoria che hanno fatto pervenire le proprie designazioni per la ricostituzione dell’organo consultivo di rilievo costituzionale.

Pagina 1 di 17

Cerca