Notizie dal mondo

Notizie federazioni (45)

Il sindacato autonomo, alla ricerca di una rappresentatività sempre più alta, apre con un convegno sulla Scuola a Napoli la corsa elettorale per le RSU di metà aprile

Roma, 14 febbraio 2018 - Partirà domani da Napoli la campagna elettorale del CSA-CISAL, l’unica organizzazione sindacale autonoma rappresentativa nel comparto Funzioni Locali, per le elezioni RSU dei prossimi 17-19 aprile.

La corsa del CSA-CISAL per aumentare ulteriormente la quota di rappresentatività già all’attivo verrà inaugurata in occasione del convegno “Apriamo la scuola alla nostra città… Insieme per crederci – Uniti costruiamo il futuro”, ospitato dall’Hotel Ramada (Via Galileo Ferraris 40, inizio ore 9).

I lavori, che vedranno la partecipazione del Sindaco Luigi De Magistris e del Direttore Generale del Comune Attilio Auricchio, saranno introdotti dalla Coordinatrice nazionale del settore Scuola degli Enti Locali del CSA Francesca Pinto. Grazie al contributo portato da alcune lavoratrici, sarà possibile tracciare un quadro esaustivo delle peculiarità, delle problematiche e delle prospettive che si riscontrano presso le istituzioni scolastiche che ricadono sotto la responsabilità degli Enti Locali a Napoli.

Per rafforzare le politiche territoriali e dare un respiro di livello nazionale al dibattito, concluderà l’incontro il Segretario Generale CSA-CISAL Francesco Garofalo.

“Con il convegno, spiega Garofalo, ci proponiamo anzitutto di contribuire al rilancio del settore scolastico nella Città di Napoli attraverso le piattaforme provinciale e nazionale predisposte allo scopo. L’obiettivo è quello di garantire servizi efficienti ai bambini e ai ragazzi, riconoscendo contemporaneamente ai lavoratori quei diritti da troppi anni negati in un settore indubbiamente nevralgico per il futuro delle nuove generazioni e della città stessa”.

“Proprio il miglioramento complessivo delle infrastrutture scolastiche gestite dagli Enti Locali, conclude il Segretario, costituisce uno dei punti cardine del progetto CSA-CISAL in discussione al tavolo del rinnovo del CCNL Funzioni Locali. L’incontro di domani costituisce dunque il momento ideale per promuovere le nostre strategie e i nostri valori e per inaugurare la campagna per le elezioni RSU anticipata nel Consiglio Nazionale di inizio febbraio”.

 

Nella foto Francesco Garofalo, Segretario Generale CSA-CISAL

Il FIADEL/CSA – CISAL si conferma alternativa sindacale sempre più forte sul terreno della difesa dei diritti dei lavoratori. Condivise in occasione del Consiglio le strategie a breve, medio e lungo termine a vantaggio di personale e utenti delle amministrazioni locali

Roma, 5 febbraio 2018 – Ha registrato un bilancio nettamente positivo e ha fissato obiettivi ambiziosi il Consiglio nazionale del FIADEL/CSA – CISAL, il più forte sindacato autonomo dei comparti Igiene Ambientale e Funzioni Locali, che nel fine settimana ha coinvolto a San Benedetto del Tronto circa 300 dirigenti provenienti da tutt’Italia. 

“Un numero sempre crescente di lavoratori si riconosce nel nostro percorso di autonomia sindacale, dichiara Francesco Garofalo, Segretario Generale del FIADEL/CSA – CISAL, come dimostra l’ampio consenso ottenuto con FIADEL nelle elezioni per le Rappresentanze Sindacali Unitarie del 2017 nel settore Igiene Ambientale. Successo che intendiamo replicare nelle votazioni per le RSU Funzioni Locali che si terranno in aprile. A questo scopo inizieremo a breve da Napoli un tour elettorale che toccherà tutte le regioni italiane”.

“Attualmente, precisa Garofalo, siamo impegnati al tavolo del rinnovo del contratto nazionale Enti Locali, che ha già fatto proprie molte delle proposte contenute nella nostra piattaforma. Il traguardo più ambito è peraltro il riconoscimento delle specifiche professionalità dei lavoratori del comparto, nell’interesse dei dipendenti, dell’amministrazione e degli utenti. Programmi importanti, conclude, che realizzeremo attraverso strategie concordate con la CISAL, a cui siamo aderenti, nel pieno rispetto dell’autonomia di ciascuna organizzazione”.

“La CISAL, aggiunge Francesco Cavallaro, Segretario Generale della Confederazione, riconferma il proprio sostegno al FIADEL/CSA e si impegna ad affiancarlo nelle battaglie che il sindacato, riconosciuto da un numero sempre maggiore di lavoratori come l’ultimo baluardo a difesa dei propri diritti, intraprenderà in nome dell’autonomia dai partiti e dalla politica”. 

 

 

Francesco Garofalo, Segretario Generale FIADEL/CSA - CISAL

Per il CSA Regioni Autonomie Locali, l’unico sindacato autonomo rappresentativo del comparto Funzioni Locali, aderente alla CISAL, è necessario approfondire le specificità di ogni categoria professionale per valorizzare il lavoro e migliorare i servizi resi dall’amministrazione decentrata. A partire dal nuovo contratto Enti Locali

 

Francesco Garofalo, Segretario Generale FIADEL/CSA - CISAL

Roma, 25 gennaio 2018 - La FAISA CISAL esprime il proprio cordoglio alle vittime del disastro ferroviario che ha coinvolto il convoglio delle Ferrovie Trendord e ai loro familiari. Profonda vicinanza ai feriti, ai soccorritori e ai lavoratori in un momento così difficile.

In considerazione della drammaticità del bilancio dell’incidente, che riporta la perdita di vite umane, la FAISA CISAL ritiene necessario osservare un rispettoso silenzio per la sofferenza di chi è stato colpito dalla tragedia. Silenzio in questo momento prioritario rispetto al pur doveroso accertamento delle responsabilità, delegato gli organi competenti.

La nostra federazione auspica che in un secondo momento si continui, con il coinvolgimento di tutti, consapevolmente e responsabilmente, a ricercare ogni soluzione utile a evitare simili tragedie, che non sono frutto di casualità.

 

Mauro Mongelli, Segretario Nazionale Vicario FAISA CISAL

"Il rapporto fra marittimi comunitari e non sulle navi è di 2 a 8. E' una cosa enorme, un danno gigantesco anche per l'Inps. Ma qui nessuno si muove...". Non le manda a dire Alessandro Pico, segretario del sindacato autonomo Federmar CISAL, che difende a spada tratta i marittimi italiani afflitti dalla disoccupazione, scippati del posto di lavoro dai colleghi non comunitari.

 

Pagina 1 di 8

Cerca