Notizie dal mondo

Notizie home (36)

 Mercoledì 21 ottobre, ore 16

 Istituto Sant'Orsola - Via Livorno 50 - Roma

Roma, 20 ottobre 2015 – L'origine della contestata moneta unica europea, il delicato equilibrio dell'Eurozona e le implicazioni dell'euro in termini di occupazione, sovranità monetaria e scelte di politica sociale. Questi i temi al centro del convegno “Euro. Storia, evoluzione e prospettive della moneta unica europea”, organizzato per mercoledì 21 ottobre ore 16 dalla CISAL  – Funzioni Pubbliche Centrali presso l'Istituto Sant'Orsola di via Livorno 50, a Roma.

Roma, 15 ottobre 2015 – Oggi la nostra federazione FIALC CISAL ha sottoscritto, unitariamente ad altre sigle sindacali, il rinnovo CCNL per gli addetti all'industria chimica, chimico-farmaceutica, delle fibre chimiche e dei settori abrasivi, lubrificanti e GPL. Un accordo particolarmente importante, considerato il clima teso delle relazioni industriali che attraversa il Paese. 

 

 

 

FP CGIL CISL FP UIL PA FIALP CISAL: “COMPIUTO UN PASSO IN AVANTI MA IL LIVELLO DELLA MOBILITAZIONE DEVE RIMANERE ALTO”

Roma, 13 ottobre 2015 - Grande partecipazione ieri alla manifestazione unitaria indetta da Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Pa e Fialp Cisal davanti al Ministero per la Semplificazione e la P.A. per dire “no” ad ipotesi di ridimensionamento del Formez e alla chiusura della sede napoletana dell’Ente e per chiedere un piano di vero rilancio del Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l’ammodernamento della P.A.

Roma, 6 ottobre 2015 – “Le recenti polemiche sulla presunta necessità di intervenire nuovamente sul diritto di sciopero, introducendo addirittura artifizi normativi ad hoc che ne riducano il campo d'azione, sono infondate, se non sfacciatamente pretestuose. Peraltro, l'inclusione dei Beni Culturali tra i servizi essenziali è assurda. 

Roma, 1 ottobre 2015 – In occasione dell’incontro di ieri, mercoledì 30 settembre, tra i sindacati e l'Amministrazione, la delegazione della CISAL ha chiesto il ritiro immediato del DPR sulle Prefetture, che comporterebbe, tra l'altro, la chiusura di ben 23 presidi sul territorio.

Cerca