Notizie dal mondo

Evidenza (8)

Con la quota 100, finalmente un’ipotesi ragionevole di pensionamento che non penalizza ulteriormente gli italiani 

A fronte delle recenti proposte in materia previdenziale, il Segretario Generale della Cisal, Francesco Cavallaro, spiega perché solo proposte di pensionamento senza penalizzazioni possono fermare la spirale di povertà e sfiducia che colpisce soprattutto le fasce più deboli del Paese.

D: Segretario, l’anno prossimo i cittadini italiani si recheranno alle urne per le elezioni politiche. Quali provvedimenti prevede saranno assunti da Governo e Parlamento in questo lasso di tempo?

R: Di certo non mi aspetto miracoli. Mi basterebbe che con coraggio e senso di responsabilità si prendesse atto che i problemi più gravi del Paese, a livello socio economico, di occupazione e di welfare, non sono stati neanche sfiorati dall’azione politica. E si cominciasse ad affrontarli seriamente.

D: Pensa dunque finora si sia perso tempo prezioso?

R: La risposta sta nella situazione in cui versano i cittadini e in particolare i giovani, sempre che non si voglia affermare che le condizioni e le aspettative di lavoratori e pensionati siano cambiate in meglio negli ultimi anni. Livelli di disoccupazione giovanile che si attestano intorno al 40% non mi sembra rappresentino un indice di successo nella lotta alla disoccupazione.


Il prossimo 19 ottobre scade il termine per la presentazione delle domande di iscrizione al primo corso di Alta Formazione in Europrogettazione organizzato dal Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria in collaborazione con la CISAL. 

 

Roma, 4 dicembre 2015 - È stata approvata ieri all'unanimità la mozione conclusiva del Consiglio nazionale FAISA-CISAL, con cui la Federazione ha deliberato lo scioglimento della riserva sul rinnovo del Contratto Nazionale Autoferrotranvieri sottoscritto il 28 novembre scorso, unitamente a FILT CIGL, FIT CISL, UILTRASPORTI e UGL Trasporti.

La decisione del Consiglio - riunitosi a Fiuggi in una due giorni di lavori allargata ai Segretari Regionali e Provinciali dell'Organizzazione - è giunta al termine di un animato confronto scaturito dalla Relazione introduttiva con cui la Segreteria nazionale ha descritto con doveroso realismo, ma valorizzando gli avanzamenti registrati nel corso della negoziazione rispetto alle prime proposte datoriali, l’ipotesi di rinnovo.

Roma, 3 novembre 2015 – “È inspiegabile che a novembre le Regioni non abbiano ancora ricevuto il residuo 40% delle quote previste dalla ripartizione del Fondo Nazionale per il concorso finanziario dello Stato agli oneri del Trasporto Pubblico Locale”.

Pagina 1 di 2

Cerca