Notizie dal mondo

Enasarco, Cavallaro: CISAL a fianco di Federagenti per il futuro della categoria, per una sempre più efficace gestione dell’Ente

  • dimensione font riduci dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font aumenta la dimensione del font
  • Stampa
  • Email
  • Ottieni il PDF dalla pagina webPDF

Federagenti CISAL boccia il bilancio preventivo di Enasarco e chiede garanzie per le pensioni degli iscritti. Oggi l'approfondimento al Forum Agenti Milano, la più grande fiera al mondo per gli agenti di commercio. L'intervista di Askanews

 

Roma, 24 novembre 2018 – “La CISAL sostiene la posizione assunta da Federagenti rispetto alla più recente evoluzione della gestione Ensarco. Posizione manifestata dando voto contrario al bilancio 2018, deliberato a maggioranza dal Cda dell’ente e su cui si esprimerà in dicembre l’Assemblea dei delegati”.
Così si è espresso oggi Francesco Cavallaro, Segretario Generale CISAL, in occasione del convegno “Il futuro degli agenti di commercio”, organizzato presso il polo fieristico di Rho, nell’ambito del Forum Agenti Milano, per raccogliere le istanze della categoria e contribuire a valorizzarne il ruolo. “La Confederazione, ha continuato il Segretario, condivide la richiesta di Federagenti CISAL di privilegiare interventi a favore delle pensioni della categoria e di porre in essere un confronto concreto sul modello di gestione che l’Ente intende adottare per il futuro, come promesso dal presidente Gianroberto Costa all’atto dell’insediamento”.

“I budget annuale e triennale presentati in Cda, ha aggiunto Luca Gaburro, Segretario Generale di Federagenti CISAL, paiono privilegiare l’assistenza piuttosto che la previdenza e destinerebbero risorse di entità significativa a progetti ancora allo stato embrionale, aumentando sensibilmente le spese per servizi esternalizzati, senza neppure valutare eventuali alternative. Un atteggiamento che troviamo incoerente rispetto all’orientamento recentemente espresso dallo stesso Cda, che sembrava considerare prioritaria la messa in sicurezza delle pensioni della categoria, come richiesto a gran voce dagli iscritti all’Ente”.

 

 


Cerca